Fisco

Fisco: via libera ai nuovi modelli IVA, CUD e 770 Ordinario e Semplificato

Fisco: via libera ai nuovi modelli IVA, CUD e 770 Ordinario e Semplificato
L’Agenzia delle Entrate ha approvato le versioni definitive dei modelli IVA, 770 Ordinario e Semplificato e CUD 2014, relativi al periodo d’imposta 2013

Veste grafica rinnovata, istruzioni più semplici e un indice dettagliato per facilitarne la lettura; nel CUD 2014 il sostituto potrà comunicare al dipendente, con rapporto di lavoro a tempo inferiore all’anno solare, di aver applicato le detrazioni per carichi di famiglia solo per il periodo nel quale si è svolto il rapporto di lavoro. Nuovi campi anche per il modello 770, nella Comunicazione dati certificazioni lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi.

Con provvedimento direttoriale del 15 gennaio, l’Agenzia delle Entrate ha approvato le versioni definitive dei modelli IVA, 770 Ordinario e SemplificatoCUD 2014, relativi al periodo d’imposta 2013.

770 Ordinario e Semplificato. Tra le principali novità dei modelli 770/2014 si segnala l’ampliamento dei campi relativi alla Comunicazione dati certificazioni lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi. Debutta inoltre nel prospetto SS un rigo dedicato alle addizionali comunali di compartecipazione all’IRPEF applicate sulle somme percepite in relazione all’esercizio diretto di attività sportive dilettantistiche.

Tra le novità anche l’inserimento di nuovi campi per gestire l’ipotesi in cui il Fondo di Tesoreria dell’INPS eroghi il TFR accantonato a partire dal 2007 e l’indicazione delle casistiche nelle quali il sostituto d’imposta non è tenuto a trasmettere i prospetti ST, SV e/o SX. Invariato il termine di presentazione, fissato al 31 luglio 2014.

Infine, con riferimento agli eventi alluvionali che hanno interessato lo scorso anno la Sardegna, il modello 770 Semplificato recepisce la sospensione dei versamenti e degli adempimenti fiscali relativi al periodo compreso tra il 18 novembre e il 20 dicembre 2013, come previsto dal D.M. 30 novembre 2013.

Il modello 770/2014 dovrà essere trasmesso in via esclusivamente telematica entro il prossimo 31 luglio.

CUD 2014. Venendo ai principali elementi di novità contenuti nel CUD 2014, si segnala il debutto di una nuova annotazione con la quale il sostituto d’imposta potrà comunicare al dipendente, in caso di rapporto di lavoro inferiore all’anno solare, di aver applicato le detrazioni per carichi di famiglia limitatamente al periodo nel quale si è svolto il rapporto di lavoro (utilizzando il codice “AC”).

Novità in arrivo anche per quanto concerne la parte del modello dedicata alla previdenza complementare (punti da 120 a 127), con l’introduzione di una serie di informazioni aggiuntive utili ai lavoratori i cui dati previdenziali siano riportati in più CUD, al fine di minimizzare la possibilità di errore in sede di dichiarazione.

Fanno inoltre il loro ingresso nel CUD 2014 le nuove detrazioni maggiorate (nella misura del 24%) previste per le erogazioni liberali in favore di ONLUS (in precedenza pari al 19%) e di partiti e movimenti politici.

Il modello CUD dovrà essere consegnato a lavoratori e pensionati entro il 28 febbraio prossimo.

Modelli IVA 2014, debutto per l’aliquota del 22%. I nuovi modelli recepiscono le ultime modifiche normative intervenute in materia di imposta sul valore aggiunto. Entrano, nei quadri VE e VF, le caselle relative alla nuova aliquota ordinaria del 22%, in vigore dal 1° ottobre dello scorso anno.
Nel quadro VO dedicato alle opzioni, inoltre sono state eliminate le opzioni non più esercitabili dalle società agricole. Nello stesso quadro si è poi previsto l’inserimento della Croazia nell’elenco degli Stati membri UE.
Un’altra novità consiste l’inserimento nel quadro VE delle operazioni non soggette all’imposta che concorrono alla determinazione del volume d’affari, e per le quali sussiste l’obbligo di emissione della fattura. Il modello IVA, si ricorda dover essere trasmesso entro il 30 settembre.
Per quanto concerne la comunicazione annuale dei dati IVA, le relative istruzioni per la compilazione recepiscono le novità su fatturazione e territorialità, introdotte dalla legge n. 228/2012. Sostanzialmente invariato, invece, il modello, che dovrà essere inviato entro il prossimo mese di febbraio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *