Fisco

Fisco: boom segnalazioni online anti-evasione, triplicate in un anno

Boom di segnalazioni online contro l'evasione fiscale. Sono triplicate in un anno
Boom di segnalazioni online contro l’evasione fiscale. Sono triplicate in un anno

Boom di segnalazioni online contro l’evasione fiscale. Sono triplicate in un anno. A tenere la contabilità è il sito evasori.info, i cui dati, rielaborati dall’Adnkronos, fotografano il fenomeno in tempo reale attraverso le denunce spontanee: alle 13 del 6 gennaio sono 854.681 per 129.284.347,61 euro. I numeri, tre volte superiori, si confrontano con quelli di un anno fa: il 2 gennaio 2012 erano 283.853 per 46.295.758,43 euro.

Nel mirino degli italiani finiscono i comportamenti quotidiani, spesso all’insegna dell’evasione totale: dal caffé al bar alla cena al ristorante, passando per le prestazioni di dentisti, idraulici ed elettricisti, concessionari e meccanici auto e moto.
I settori che guadagnano più segnalazioni sono i servizi finanziari e quelli immobiliari. Seguono a ruota medici e dentisti. Perché interi piani tariffari possono essere declinati secondo il doppio binario: migliaia di euro con regolare fattura, oppure migliaia di euro, ma un po’ di meno, con una qualche fattura ogni tanto. Altrettanto gettonati i bar e i ristoranti. Il caffe’ e cornetto, per iniziare la giornata, senza scontrino. E poi la pizzeria che scrive il conto a penna direttamente sulla tovaglia di carta o l’agriturismo che non registra gli ospiti, cosi’ può fare lo sconto. Ancora, e in questo caso le somme aumentano, ci sono i lavori di ristrutturazione di casa: l’impresa non vuole assegni, solo contanti. Lo impongono i fornitori, e’ la giustificazione che ricorre.

I maggiori evasori risultano, nell’ordine:
1) servizi finanziari in provincia di Como
2) immobiliari in provincia di Milano
3) pubblicitari in provincia di Roma
4) medici e dentisti in provincia di Napoli
5) medici e dentisti in provincia di Roma
6) rivenditori e meccanici auto e moto in provincia di Roma
7) immobiliari in provincia di Roma
8) ristoranti in provincia di Milano

Ecco le principali somme evase per categoria, secondo le segnalazioni raccolte (in milioni di euro):
– medici e dentisti 10,3
– immobiliari 8
– ristoranti 7,7
– costruzione di edifici: 7,1
– bar 6,8
– servizi per la persona 6,5
– rivenditori auto e moto 5,2
– commercio ingrosso 4,6
– studi legali, avvocati e notai 4,6.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di sicurezza *Captcha loading...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Close