Lavoro

Ex INPDAP: determinate in via provvisoria le pensioni con decorrenza gennaio 2015

Ex INPDAP: determinate in via provvisoria le pensioni con decorrenza gennaio 2015
Le prestazioni di esodo relative ai dipendenti pubblici, per gli iscritti alle Casse dell’ex-Inpdap, aventi decorrenza da gennaio 2015, saranno determinate in via provvisoria, senza considerare la quota contributiva di pensione, in quanto manca uno strumento procedurale che consenta di effettuare il doppio calcolo previsto normativa

A decorrere dal 1° gennaio 2012, con riferimento alle anzianità contributive maturate a decorrere da tale data, la quota di pensione corrispondente a tali anzianità è calcolata secondo il sistema contributivo.
Con la legge di stabilità 2015 si è stabilito che l’importo complessivo del trattamento pensionistico non può eccedere quello che sarebbe stato liquidato con l’applicazione delle regole di calcolo vigenti prima della data di entrata in vigore del decreto stesso computando, ai fini della determinazione della misura del trattamento, l’anzianità contributiva necessaria per il conseguimento del diritto alla prestazione, integrata da quella eventualmente maturata fra la data di conseguimento del diritto e la data di decorrenza del primo periodo utile per la corresponsione della prestazione stessa.

Con messaggio n. 2200 del 27 marzo 2015, l’INPS comunica che le certificazioni dell’importo ex art. 4, commi da 1 a 7-ter, della legge n. 92/2012, aventi decorrenza da gennaio 2015, per gli iscritti alle Casse dell’ex-Inpdap, saranno determinate, in via provvisoria, senza considerare la quota contributiva di pensione, in quanto manca uno strumento procedurale che consenta di effettuare, anche solo in via provvisoria, il doppio calcolo previsto normativa.

Le Sedi territoriali avranno il compito di comunicare, quanto sopra, agli interessati, apponendo la seguente annotazione sulla lettera di certificazione relativa alla prestazione in oggetto: “Si informa che l’importo certificato è stato determinato con carattere di provvisorietà in attesa di procedere alla rideterminazione d’ufficio appena verranno pubblicati i criteri applicativi delle modifiche al calcolo delle pensione apportate dal comma 707 della legge di stabilità 2015”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *