Lavoro

Esonero contributivo triennale sotto controllo

Esonero contributivo triennale sotto controllo
Il Ministero del Lavoro ha dato il via libera ad un’azione ispettiva specifica finalizzata a identificare casi di pre-costituzione delle condizioni per beneficiare dell’esonero contributivo triennale

Ore contate per i furbetti degli sgravi contributivi. Il Ministero del Lavoro, infatti, ha dato il via libera ad un’azione ispettiva specifica finalizzata a identificare casi di pre-costituzione delle condizioni per beneficiare dell’esonero contributivo triennale, con assunzioni stabili di nuova manodopera. A renderlo noto è lo stesso Ministero tramite una nota, annunciando di aver inviato la lettera circolare prot. n. 9960/2015 con le istruzioni operative alle direzioni interregionali e territoriali e a Inail e Inps.

Introdotto dalla legge n. 190/2014, l’esonero contributivo si applica a tutti i rapporti di lavoro a tempo indeterminato instaurati dal 1° gennaio al 31 dicembre 2015, anche se a part-time, con esclusione di apprendistato, job on call (lavoro a chiamata) e lavoro domestico. L’incentivo si applica, inoltre, anche al lavoro ripartito (job sharing) a tempo indeterminato, a condizione che i requisiti siano posseduti da entrambi i due lavoratori coobbligati. Quanto ai soggetti (lavoratori) che, se assunti, danno diritto all’incentivo non è previsto altro requisito oltre alla disoccupazione nei seguenti termini:

  • il lavoratore non deve risultare occupato a tempo indeterminato presso qualsiasi datore di lavoro nei sei mesi precedenti l’assunzione;
  • il lavoratore non deve aver avuto rapporti di lavoro a tempo indeterminato con il datore di lavoro richiedente l’incentivo, nel corso dei tre mesi antecedenti l’entrata in vigore della legge Stabilità 2015 (dal 1° ottobre al 31 dicembre 2014).

Il bonus consiste nell’esonero contributivo a favore del datore di lavoro (100% dei contributi dovuti all’Inps) per tre anni, nel limite di 8.060 euro l’anno.

Per maggiori info si veda la circolare Inps n. 17 del 29 gennaio 2015.

Potrebbe anche interessarti:

Esonero contributivo per le nuove assunzioni a tempo indeterminato: i chiarimenti dell’INPS
Sgravio contributivo triennale: istruzioni operative INPS
Sgravio contributivo triennale: benefici economici cumulabili
Sgravio contributivo su base mensile
Sgravio contributivo triennale: no all’apprendistato
Sgravio contributivo triennale: soglia mensile pari a 671,66 euro
Sgravi contributivi per la trasformazione di contratti a termine
Esonero contributivo anche per chi stabilizza
Sgravio contributivo triennale su base mensile e conguaglio annuo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *