Fisco

Equitalia, rateazioni a quota 2,1 miliardi

Equitalia, rateazioni a quota 2,1 miliardi
Più di 2 miliardi di euro rateizzati a partire da novembre 2013. Di questi, 625 milioni sono frutto delle 5.682 istanze di rateazione straordinaria concesse tra novembre e dicembre e gennaio 2014

Più di 2 miliardi di euro rateizzati a partire da novembre 2013. Di questi, 625 milioni sono frutto delle 5.682 istanze di rateazione straordinaria concesse tra novembre e dicembre e gennaio 2014. In riferimento ai piani straordinari, del totale delle istanze accolte, il 37,7% (2.141) derivano dalla trasformazione di piani ordinari per un controvalore di 246,4 milioni di euro (39,4% del totale). A scendere a quota 1,5 miliardi di euro sono state, invece, le rateazioni ordinarie con 151.796 istanze accolte. Nello stesso periodo 2012/2013, infatti, erano state concesse 159.656 rateazioni pari a 2,5 miliardi di euro.

Questi i dati resi noti, tramite il sottosegretario all’economia Enrico Zanetti, dall’Agenzia delle Entrate e Equitalia nel corso del question time che si è svolto in Commissione Finanze alla Camera. Nel dettaglio, Zanetti ha risposto al quesito inoltrato da Sara Moretto (Pd), membro della VI Commissione di Montecitorio, avente a oggetto l’andamento delle riscossioni derivanti dall’introduzione dei piani di rateazione straordinari (da 73 a 120 rate mensili) introdotti con la legge n. 98/2013 (Decreto del Fare).

I dati resi noti mostrano come nel periodo di riferimento, che ha come data di inizio la prima decade di novembre, a seguito della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale n. 262 del decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze 6/11/2013, siano state accolte 5.682 istanze di rateazione straordinaria per un importo pari a 624,75 milioni di euro. Di questi, 506,3 milioni (81%) derivano da piani di rateazione tra 109 e 120 rate, 56,1 milioni di euro (9%) derivano, invece, da piani tra 97 e 108 rate. Il restante 10%, infine, è suddiviso per un 5%, pari a 33,7 milioni di euro, in piani tra 85 e 96 rate e, per l’altro 5%, pari a 28,6 milioni di euro, in piani tra 73 e 84 rate.

Sul fronte della tipologia di rateazione, inoltre, Equitalia ha evidenziato come «a fronte di 5.682 dilazioni concesse, il 73% ovvero 4.172, hanno avuto ad oggetto l’opzione più lunga prevista, ovvero quella che prevede tra le 109 e le 120 rate. Tutti i dati relativi al trimestre di riferimento, però», ha sottolineato Equitalia, «devono essere letti alla luce del fatto che per effetto della Legge di Stabilità 2014 l’attività coattiva dell’ente di riscossione è stata sospesa in virtù delle norme in materia di definizione agevolate delle cartelle di pagamento fino al 15 giugno 2014».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *