Lavoro

DURC validi anche con avvisi di irregolarità

DURC validi anche con avvisi di irregolarità
Per la presidente Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro, Calderone, è necessario che l’Inps fissi un termine di risposta motivata da parte delle sedi per ogni contatto che le aziende hanno avviato a seguito degli avvisi di regolarità ricevuti e che spesso risultano infondati

La Presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro, Marina Calderone, ha scritto un’ulteriore missiva al presidente Inps Tito Boeri. Oggetto della lettera l’operatività della risoluzione delle centinaia di migliaia di avvisi di irregolarità, per lo più non fondati, inviati dall’Istituto nelle scorse settimane.

In particolare viene sottolineato come alle aziende vengono assegnati termini perentori per adempiere mentre l’Inps non riscontra con immediata tempestività, anche perché le sedi territoriali da tre anni sono interessate da un processo di reingegnerizzazione e di riorganizzazione ma che solo da qualche settimana avrebbero a disposizione il funzionamento completo delle procedure. Ma che hanno pur sempre ancora tre anni di arretrati da recuperare.

E’ quindi necessario – secondo Calderone – fissare un termine di risposta motivata da parte delle sedi per ogni contatto. Nelle more della risposta la procedura del Durc interno dovrà essere sospesa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *