Lavoro

DURC: l’INAIL pubblica l’elenco delle modifiche ai certificati

DURC: l'INAIL pubblica l'elenco delle modifiche ai certificati
A fronte delle recenti, importanti novità che investono la materia del durc, specialmente con riferimento ai contratti pubblici, l’Inail, nel rimandare integralmente alla circolare ministeriale di recente emanazione, elenca con nota 20 settembre 2013 n. 5727, le modifiche apportate sui certificati

A fronte delle recenti, importanti novità che investono la materia del durc, specialmente con riferimento ai contratti pubblici, l’Inail, nel rimandare integralmente alla circolare ministeriale di recente emanazione, elenca con nota 20 settembre 2013 n. 5727, le modifiche apportate sui certificati.

L’Inail fa riferimento alla recente legge n. 98 che ha modificato in modo significativo la disciplina sul durc con particolare riferimento ai contratti pubblici.

Nel rinviare alla circolare ministeriale n. 36 del 6 settembre 2013 sul medesimo argomento, l’Inail evidenzia che una delle novità più rilevanti riguarda il periodo di validità del durc che è ora di 120 giorni dall’emissione, per i certificati rilasciati:

  • per i contratti pubblici di lavori, servizi e forniture;
  • ai fini della fruizione dei benefici normativi e contributivi in materia di lavoro e legislazione sociale e per finanziamenti e sovvenzioni previsti dalla normativa dell’Unione europea, statale e regionale;
  • per i lavori edili tra soggetti privati, fino al 31 dicembre 2014.

Con riguardo ai contratti pubblici, il Ministero ha precisato che la validità di 120 giorni dei durc acquisiti dalle stazioni appaltanti per la verifica della dichiarazione sostitutiva relativa alla sussistenza del requisito di ordine generale previsto dall’art. 38, comma 1, lett. i), del D.Lgs. n. 163/2006 decorre dalla data indicata nel certificato di verifica della dichiarazione sostitutiva, anziché dalla data di rilascio e che la validità di 120 giorni si applica a tutti i certificati.

Le nuove disposizioni, infine, hanno stabilito che le stazioni appaltanti pubbliche devono utilizzare il durc rilasciato per i contratti pubblici in corso di validità e acquisito d’ufficio per la verifica della dichiarazione sostituiva anche per l’aggiudicazione e la stipula del contratto nonché per contratti diversi da quelli per i quali è stato espressamente acquisito. A tal fine è stato necessario aggiornare le diciture sui certificati riguardanti il periodo di validità.

L’Inail, sulla base di tali premesse, ha elaborato un elenco delle modifiche effettuate sui certificati, suddivise per richiedente e tipo di richiesta.

L’Inail si riserva di successive notizie in ordine ad ulteriori adeguamenti in corso di approfondimento con Inps e Casse Edili.

Inail – Nota 5727/2013 Ministero del Lavoro – Circolare N. 36/2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *