Lavoro

Disponibili online i Cud 2014

Disponibili online i Cud 2014
Sono disponibili, attraverso il canale telematico dell’Inps, le certificazioni fiscali per l’anno d’imposta 2013 (mod. CUD/2014) che l’Istituto rilascia a tutti i soggetti per i quali assolve la funzione di sostituto d’imposta

Con il messaggio n. 2968 del 28 febbraio 2014 l’Inps comunica che sono disponibili, attraverso il canale telematico, le certificazioni fiscali per l’anno d’imposta 2013 (mod. CUD/2014) che l’Istituto rilascia a tutti i soggetti per i quali assolve la funzione di sostituto d’imposta.

Conguaglio fiscale. Anche quest’anno, l’Istituto ha elaborato il conguaglio fiscale previsto dall’art. 23 del DPR n. 600/73, per tutte le prestazioni erogate dall’Istituto. Con riguardo ai redditi di pensione non superiori a 18.000 euro, trova applicazione l’art. 38, comma 7, del D.L. n. 78/2010 che prevede la rateazione del conguaglio a debito superiore a 100 euro.
Le trattenute sulle prestazioni in pagamento relative alle addizionali regionali e comunali sono state aggiornate con le aliquote ufficiali pubblicate dal Ministero dell’Economia e Finanze, Dipartimento delle Finanze, Fiscalità locale. Al riguardo, ogni Direzione centrale conferente provvederà ad adeguare la trattenuta sulle prestazioni in pagamento tenendo conto delle nuove aliquote comunicate.

Inoltre, per quanto attiene al pagamento degli acconti Irpef di competenza dell’anno 2014, da effettuare in sede di dichiarazione dei redditi, sarà cura delle Direzioni centrali interessate informare i contribuenti che l’Istituto effettuerà il conguaglio fiscale di fine anno, relativo all’anno 2014, su tutte le prestazioni erogate e, pertanto, i contribuenti dovranno tenerne conto ai fini del pagamento di eventuali acconti.

Da questo anno gli operatori di Sede, richiamando in ambiente INTRANET, alla voce SERVIZI, opzione PUNTO FISCALE, l’applicazione CUD Unificato, potranno visualizzare dettagliatamente il conguaglio fiscale e fornire adeguate informazioni ai contribuenti che ne faranno richiesta.

Rettifiche fiscali. Le procedure per effettuare le rettifiche fiscali saranno disponibili a partire dalla seconda metà del mese di marzo, saranno attive fino al 13 giugno p.v. e produrranno conguaglio fiscale.
Dopo detta data le rettifiche effettuate dalle sedi produrranno soltanto una nuova certificazione (CUD) ma non un ricalcolo di imposta. Nel nuovo modello CUD, pertanto, dovrà essere indicato nelle Annotazioni – lettera “ZZ” – l’obbligo del sostituito di presentare la dichiarazione dei redditi.

La Piattaforma metterà a disposizione, analogamente allo scorso anno, il web-service di gestione delle rettifiche che potrà essere richiamato dalle applicazioni utilizzate dalle prestazioni. Le specifiche del web-service saranno fornite ai vari gruppi di lavoro quanto prima.

Inoltre Piattaforma fiscale metterà a disposizione un applicativo che consentirà di effettuare rettifiche ai cud pubblicati per le prestazioni che non dispongono di una propria procedura. Il manuale e le istruzioni saranno disponibili all’interno dell’applicazione di rettifica della piattaforma.
In entrambe le modalità il CUD rettificato sarà prodotto in tempo reale, prendendo in considerazione immediatamente la presenza eventuale delle varie prestazioni abbinate.

Potrebbe anche interessarti:

L’INAIL fornisce ai Caf l’accesso ai Cud 2014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *