Italia

Il dietrofront sulla Taser

Quella sigla doveva essere piaciuta un bel po’ al ministero dell’Economia: Taser, secco e moderno, cosa di meglio per far digerire una nuova tassa, il balzello sui servizi immobiliari. Taser sa di raggio laser, quasi cinematografico, sì proprio un nome azzeccato. In serata, però, l’altolà. Qualcuno a Via XX Settembre deve essere andato su google, ha buttato lì «Taser», ed ecco una sfilza di pistole elettriche. La sigla infatti identifica gli storditori contro i violenti. Eh no, l’elettroshock agli italiani per via fiscale meglio di no. Dietrofront. Il nome arriverà.

Potrebbe anche interessarti: Casa, cancellata l’Imu dal 2014, arriva la service tax (o Taser)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *