Fisco

Detrazioni fiscali fino a 900 euro per gli inquilini degli alloggi sociali

Le famiglie in affitto all’interno di un alloggio sociale avranno diritto, per il triennio dal 2014 al 2016, a una detrazione dall’Irpef fino a un massimo di 900 euro per le fasce di reddito più basse. È quanto previsto dal “Decreto Casa” (D.L. n. 47/2014) pubblicato sulla G.U. n. 73 del 28 marzo 2014. La definizione di alloggio sociale include anche le case popolari.

Hanno diritto a tale sconto fiscale di 900 euro gli inquilini con reddito non superiore a 15.493,71 euro. Invece per i titolari di reddito tra 15.493,71 e 30,987,41 euro, l’importo scende a 450 euro.

La relazione tecnica. Dalla relazione tecnica è possibile stimare in circa 40 mila il numero delle famiglie potenzialmente beneficiarie delle nuove detrazioni, con un perdita di gettito per le casse erariali pari a 65 milioni di euro nel triennio.

Le altre detrazioni in materia di locazione. Ricordiamo che altre detrazioni previste per le locazioni non necessariamente relative ad alloggi sociali riguardano i giovani di età compresa tra 20 e 30 anni e i lavoratori dipendenti che si trasferiscono per lavoro e che vivono in affitto: per essi è prevista, per tre anni, una detrazione parti a 991,60 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *