Lavoro

Il “Decreto del fare” punto per punto dalla Fondazione Studi Consulenti del Lavoro

La Fondazione Studi Consulenti del Lavoro, con la circolare n. 11 del 10 settembre 2013, commenta, punto per punto, le novità contenute nel Decreto del fare
La Fondazione Studi Consulenti del Lavoro, con la circolare n. 11 del 10 settembre 2013, commenta, punto per punto, le novità contenute nel Decreto del fare

La Fondazione Studi Consulenti del Lavoro, con la corposa ed articolata circolare n. 11 del 10 settembre 2013, ha commentato, punto per punto, le novità contenute nel D.L. n. 69/2013, convertito con modificazioni in legge (Decreto del fare), in particolare sulle semplificazioni amministrative, fiscali e in materia di lavoro, sulla responsabilità solidale negli appalti, sulla riscossione mediante ruolo, sul concordato preventivo e sul tirocinio formativo presso gli uffici giudiziari.

Oggetto della circolare:

  • semplificazioni amministrative;
  • semplificazioni in materia di lavoro;
  • responsabilità solidale negli appalti;
  • semplificazioni in materia fiscale;
  • riscossione mediante ruolo;
  • concordato preventivo;
  • tirocinio formativo presso gli uffici giudiziari.

In particolare la Fondazione Studi evidenzia le importanti modifiche all’acquisizione d’ufficio del durc per ciò che riguarda gli accertamenti dei requisiti di ordine generale per l’affidamento di concessioni e appalti (o subappalti) pubblici di lavori, forniture e servizi previsti dall’articolo 38 del D.Lgs. n. 163/2006 e il pagamento delle prestazioni.

Il durc rilasciato per i contratti pubblici di lavori, servizi e forniture non ha più validità trimestrale, ma di 120 giorni, a decorrere dalla data di emissione. Fino al 31 dicembre 2014 il durc avrà validità di 120 giorni anche per i lavori edili per i soggetti privati.

Il D.L. n. 69/2013 all’art. 31 comma 8 prevede che gli enti preposti al rilascio del durc coinvolgano i consulenti del lavoro e gli altri professionisti indicati all’art. 1 della L. n. 12/79 che svolgono tale attività a supporto dell’impresa.

L’articolo 34 del Decreto Legge n. 69/2013 introduce alcune modifiche al certificato medico di gravidanza. Più precisamente il D.L. n. 69/2013 prevede che il certificato medico di gravidanza indicante la data presunta del parto dovrà essere inviato all’Inps esclusivamente in via telematica direttamente dal medico del SSN o con esso convenzionato. L’obbligo di trasmissione telematica del certificato medico di gravidanza indicante la data presunta del parto, del certificato di parto e del certificato di interruzione di gravidanza, decorrerà dal 90° giorno successivo alla data di entrata in vigore del citato decreto interministeriale.

Diverse sono poi le novità introdotte dal D.L. n. 69/2013 con riferimento a disposizioni contenute nel TU n. 81/2008 in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

Previste semplificazione delle comunicazioni telematiche all’Agenzia delle Entrate per i soggetti titolari di partita Iva e rilevanti novità in merito al 770 mensile che, dopo alcune proroghe relative all’entrata in vigore, viene definitivamente abrogato.

Inoltre l’art. 51-bis del DL n. 69/2013 ha allargato il numero dei contribuenti che possono avvalersi del 730. La norma entrerà in vigore dal 2014 ma già quest’anno, e in particolare dal 2 al 30 settembre, sarà possibile presentare, tramite un Caf o un professionista abilitato, il 730 che chiude a credito.

Dal prossimo anno il 730 potrà essere presentato da dipendenti, pensionati e titolari di alcuni redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente, purché sia possibile accreditare o addebitare quanto risulta dalla dichiarazione dei redditi nella busta paga del contribuente. Il che implica la necessaria vigenza di un rapporto di lavoro con un sostituto d’imposta al momento delle operazioni di conguaglio, normalmente effettuate tra giugno e luglio.

La circolare fornisce, inoltre, la tabella dell’entrata in vigore dei provvedimenti.

Fondazione Studi Consulenti del Lavoro – Circolare N. 11/2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *