Italia

Debiti Pa, il Ministero dell’Economia: a oggi pagati 7,2 miliardi ai creditori

Debiti Pa, il Ministero dell'Economia: a oggi pagati 7,2 miliardi ai creditori
Debiti Pa: secondo il Tesoro a oggi sono stati pagati 7,2 miliardi ai creditori

Debiti Pa: secondo il Tesoro a oggi sono stati pagati 7,2 miliardi ai creditori. Le procedure per velocizzare il decreto sblocca debiti continuano a spingere liquidità nel sistema degli enti pubblici, che a loro volta procedono al pagamento dei rispettivi creditori: secondo il monitoraggio del Ministero dell’Economia, al 4 settembre risulta che siano stati messi a disposizione degli enti pubblici debitori 17,9 miliardi (il 90% dei 20 miliardi stanziati) e che questi abbiano provveduto a pagare ai propri creditori debiti scaduti per un importo pari a 7,2 miliardi (36% dell’importo stanziato). Inoltre, spiega una nota del ministero, risulta che i 4,2 miliardi messi a disposizione delle Regioni per il comparto sanitario siano in questi giorni in pagamento ai creditori.

Il confronto con l’aggiornamento di agosto. Rispetto all’aggiornamento del 6 agosto, si registra in meno di un mese un incremento di 2,2 miliardi nei pagamenti effettuati ai creditori. Il Governo – si ribadisce nel comunicato del Tesoro – intende incrementare il pagamento nel corso del 2013 dei debiti pregressi degli enti territoriali e a questo fine ha già autorizzato il pagamento di ulteriori 7,2 miliardi.

La suddivisione dei pagamenti. Le Regioni che ne hanno fatto richiesta (tranne Calabria, Campania e Sicilia che stanno compiendo i necessari adempimenti) hanno ricevuto anche 1,4 miliardi per il pagamento di debiti non sanitari, già utilizzati pressoché integralmente. Il pagamento da parte di Province e Comuni di debiti è pari all’87% delle anticipazioni di cassa fornite da Cassa depositi e prestiti (1,3 miliardi); le Province hanno effettuato pagamenti di debiti per 970 milioni a valere sugli spazi messi a disposizione dal Patto di stabilità interno (83% della disponibilità), i Comuni hanno effettuato pagamenti per 865 milioni (17% della disponibilità al 6 agosto).

Brunetta: pagati solo 7,2 mld, Saccomanni dica cosa farà. Secondo il capogruppo del Pdl alla Camera Renato Brunetta l’ammontare è ancora contenuto. «Dei 20 miliardi per il 2013 inizialmente previsti dal Decreto ne sono stati effettivamente pagati solo 7,2 – commenta -. Andando avanti di questo passo possiamo dimenticarci l’effetto shock sull’economia che ci attendevamo dal pagamento dei debiti delle Pubbliche Amministrazioni, e si allontana sempre di più l’uscita dell’Italia dalla crisi». «Il ritardo che emerge oggi dalla nota del Mef – aggiunge – non è accettabile nè sostenibile. Il ministro Saccomanni deve dire agli italiani cosa intende fare per chiudere al più presto e con successo l’annosa questione dei debiti delle Pubbliche Amministrazioni. Ne va – sottolinea Brunetta – della sopravvivenza del tessuto produttivo italiano».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *