Italia

Dal voucher affitti ai mutui agevolati, ecco il nuovo piano casa

Il governo considera l’emergenza abitativa una priorità assoluta nel programma delle prossime settimane ed è pronto ad intervenire con un decreto legge. Al netto delle fibrillazioni politiche che riguardano soprattutto il suo gruppo, il Ministro per le Infrastrutture Maurizio Lupi ha messo a punto una prima ipotesi di testo che andrà in Consiglio dei Ministri la prossima settimana e successivamente alla Conferenza unificata con Regioni e Comuni, interamente dedicata al tema. Nella bozza del provvedimento un voucher per gli affitti, il sostegno alle situazioni di morosità, social housing e mutui agevolati col sostegno della Cassa depositi e prestiti.

Voucher affitto. Tra le misure allo studio del governo c’è il “voucher affitto”, un sostegno statale che ha l’obiettivo di consentire la prosecuzione del contratto di affitto solo alle famiglie in grave difficoltà economica.

Aiuto agli inquilini morosi. L’esecutivo punta al rifinanziamento dei due fondi “affitti” e “morosità incolpevole” che attualmente possono contare rispettivamente su 100 e 40 milioni nel biennio 2014 – 2015.

Social housing. Allo studio anche lo sblocco dei progetti di social housing cofinanziati dalla Cassa depositi e prestiti con il Fondo investimenti per l’abitare. Si pensa anche ad una garanzia statale anti-morosità che tuteli ulteriormente gli investitori sul cash flow del progetto.

Mutui agevolati. Previsto il rilancio dei mutui per l’acquisto della prima casa con il sostegno della Cassa depositi e prestiti. Oggi i mutui emessi dalle banche con la liquidità a basso costo fornita da Cdp possono finanziare anche l’acquisto di seconde case e lavori di ristrutturazione.

Acquisto immobili. È previsto anche l’acquisto a prezzi scontati da parte degli Iacp (ovvero gli Istituti autonomi case popolari) di immobili invenduti dai costruttori. Si tratta di una misura cui l’Ance (associazione dei costruttori) guarda con fiducia per far ripartire il settore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *