Italia

Dal circo alla mozzarella, gli emendamenti assurdi alla Legge di Stabilità

Circhi, mozzarelle, musei: gli emendamenti strampalati alla Legge di Stabilità. Fra gli oltre 3.000 emendamenti da discutere in Parlamento alla Legge di Stabilità ne spiccano alcuni, quanto meno grotteschi, che riguardano circhi, musei, mozzarelle e bande musicali. A metà strada fra l’esigenza politica di una “melina” parlamentare e la necessità di alcuni deputati di andare incontro alle istanze più prettamente locali del proprio elettorato, ecco gli emendamenti più curiosi.

Mozzarella Dop. Tra gli emendamenti più curiosi spicca innanzitutto quello di Angela Saggese, senatrice del Pd, che propone di obbligare tutti i produttori di formaggio ad utilizzare delle linee esclusivamente Dop, per difendere la mozzarella di bufala.

Detrazioni musicali. La Lega Nord, nell’ambito dell’articolo che riguarda il cuneo fiscale, propone di estendere la detrazione 19% anche per quanto riguarda corsi musicali volti a ragazzi di età compresa tra i 5 e i 18 anni.

Convegni deducibili. I senatori del Pdl avanzano la proposta di rendere deducibili dalle tasse le spese sostenute per convegni e congressi, comprese quelle sostenute per il soggiorno.

Brescia uber alles. Raffaele Volpi, senatore della Lega Nord, chiede stanziamenti nell’ordine di 10 milioni di euro per la realizzazione di un museo virtuale in un’area di parcheggio dell’autostrada Milano-Brescia e altri 15 milioni di euro per un parco tecnologico da realizzare all’interno del polo fieristico di Brescia.

Il circo per la RAI. Avanzata anche la proposta di regolamentare l’accesso ai circhi facendo in modo di destinare il 10% di tali entrate al canone Rai, alle Tv locali e ad altre iniziative che hanno a che fare con giocattoli e con Club di nicchia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *