Impresa

Curatore fallimentare: l’approfondimento dell’Accademia Romana di Ragioneria

Il Curatore, pur rimanendo soggetto alla sua vigilanza e a quella del comitato dei creditori, rappresenta ora non più soltanto un esecutore delle direttive e degli ordini del Giudice delegato ma gestisce direttamente la procedura fallimentare attraverso le misure ritenute più opportune a realizzare l’interesse dei creditori, ad eccezione dei casi in cui tali attività non siano state legislativamente affidate agli altri organi del fallimento

ABBONATI PER LEGGERE L'ARTICOLO

Gli abbonati ci aiutano a garantire una costante informazione. Come utente abbonato potrai:

Leggere e salvare tutti gli articoli su pc e tablet

Consultare la banca dati

Richiedere consulenze

Ricevere la newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *