Fisco

Credito d’imposta a favore delle imprese di autotrasporto: istituito il codice tributo

Credito d’imposta a favore delle imprese di autotrasporto: istituito il codice tributo
L’Agenzia delle Entrate ha istituito il codice tributo 6848 per l’utilizzo in compensazione, mediante il modello F24, del credito d’imposta a favore delle imprese di autotrasporto per l’acquisizione di beni capitali

Con la risoluzione n. 68/E del 30 luglio 2015, l’Agenzia delle Entrate comunica l’istituzione del codice tributo per l’utilizzo in compensazione, mediante il modello F24, del credito d’imposta a favore delle imprese di autotrasporto per l’acquisizione di beni capitali ai sensi dell’art. 32-bis del decreto-legge 12 settembre 2014, n. 133.

In particolare, il comma 2 del citato articolo 32-bis stabilisce che “I contributi alle imprese di autotrasporto per l’acquisizione di beni capitali (…) per l’esercizio finanziario 2014 (…), nei limiti delle risorse finanziarie effettivamente disponibili e, comunque, non oltre complessivi 15 milioni di euro, sono fruiti mediante credito d’imposta da utilizzare in compensazione (…), presentando il modello F24 esclusivamente attraverso i servizi telematici offerti dall’Agenzia delle Entrate, pena lo scarto dell’operazione di versamento, salvo che i destinatari presentino espressa dichiarazione di voler fruire del contributo diretto”.

Il medesimo comma 2 stabilisce, inoltre, che il citato credito d’imposta può essere utilizzato in compensazione solo successivamente alla comunicazione da parte del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti degli elenchi dei beneficiari, unitamente ai relativi codici fiscali e agli importi dei contributi unitari spettanti alle imprese, da trasmettere all’Agenzia delle Entrate secondo modalità telematiche.

Per consentire l’utilizzo in compensazione del credito d’imposta in argomento, tramite il modello F24, nei limiti, termini e condizioni previsti dalla norma, è istituito il seguente codice tributo:

  • 6848” denominato “Credito d’imposta a favore delle imprese di autotrasporto per l’acquisizione di beni capitali – art. 32-bis, comma 2, del D.L. n. 133/2014”.

In sede di compilazione del modello di pagamento F24, il suddetto codice tributo è esposto nella sezione “Erario” in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a credito compensati” ovvero, nei casi in cui il contribuente debba procedere al riversamento dell’agevolazione, nella colonna “importi a debito versati”.
Il campo “anno di riferimento” è valorizzato con l’anno cui si riferisce il credito nel formato “AAAA”.

Agenzia delle Entrate – Risoluzione N. 68/E/2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *