Diritto

Corte Ue: discriminatorio nei confronti dei padri un’integrazione della pensione di invalidità per le sole madri

In base al principio di parità di trattamento tra gli uomini e le donne in materia di sicurezza sociale, è contraria alla normativa europea una misura nazionale che, da un lato, conferisce il diritto a percepire un’integrazione della pensione a donne che hanno due o più figli e quindi il diritto ad ottenere una pensione contributiva di invalidità permanente dopo la sua entrata in vigore, ma, dall’altro lato, non prevede alcuna possibilità di riconoscere tale diritto agli uomini in alcuna situazione

ABBONATI PER LEGGERE L'ARTICOLO

Gli abbonati ci aiutano a garantire una costante informazione. Come utente abbonato potrai:

Leggere e salvare tutti gli articoli su pc e tablet

Consultare la banca dati

Richiedere consulenze

Ricevere la newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *