Fisco

Controlli formali delle dichiarazioni: i 30 giorni per presentare i documenti partono dalla data in cui arriva la comunicazione

Il termine dei 30 giorni per presentare i documenti necessari al controllo formale della dichiarazione dei redditi decorre dalla data in cui arriva la comunicazione

Le Entrate ufficializzano la proroga con un comunicato stampa - Attesa per il provvedimento del direttore dell'Agenzia
Nell’ambito dei controlli formali delle dichiarazioni dei redditi, il termine di 30 giorni per esibire la documentazione richiesta decorre dalla data di effettivo ricevimento della comunicazione

L’Agenzia delle Entrate, con un avviso del 13 giugno 2014, ricorda che nell’ambito dei controlli formali delle dichiarazioni dei redditi, con i quali chiede ai contribuenti documenti giustificativi delle spese sostenute (per esempio, scontrini relativi alle spese sanitarie, fatture per ristrutturazioni edilizie), il termine di 30 giorni per esibire la documentazione richiesta decorre dalla data di effettivo ricevimento della comunicazione. Il termine entro il quale presentare la documentazione è ordinatorio, legato alla calendarizzazione delle attività degli uffici e, quindi, non ha valore perentorio.

Ciò premesso, i contribuenti che dovessero ricevere in questi giorni una comunicazione dell’Agenzia relativa al controllo formale del modello Unico 2012 Persone Fisiche che, per un errore materiale, riporta la data del 29 aprile 2013, sono invitati a non tenere conto di questa data e a considerare invece la data in cui hanno effettivamente ricevuto la comunicazione per calcolare il termine di 30 giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *