Lavoro

Comunicazione online per chi trova una nuova occupazione da lavoratore autonomo

Comunicazione online per chi trova una nuova occupazione da lavoratore autonomo
Comunicazione online per chi, beneficiario di ASpI o Mini ASpI, trovi una nuova occupazione da lavoratore autonomo

Comunicazione online per chi, beneficiario di ASpI o Mini ASpI, trovi una nuova occupazione da lavoratore autonomo (professionista, commerciante, artigiano, parasubordinato ecc.). Fino al 18 agosto, tuttavia, la comunicazione con i nuovi modelli SR137 (ASpI) e SR138 (Mini ASpI) sarà ancora ammessa in modalità cartacea (periodo transitorio). È quanto stabilisce l’Inps nel messaggio n. 5430/2014, contenente le istruzioni per la presentazione delle comunicazioni «ASpI-COM».

Riforma Fornero
L’ultima riforma del lavoro (legge n. 92/2012) ha introdotto due nuove indennità di sostegno al reddito per gli eventi di disoccupazione involontaria: l’ASpI e la Mini ASpI. Le due indennità hanno sostituito, a decorrere dal 1° gennaio 2013, le prestazioni di disoccupazione ordinaria non agricola con requisiti normali e con requisiti ridotti, nonché la disoccupazione speciale edile. La nuova disciplina non ha però cancellato l’obbligo per i beneficiari di tali indennità di comunicare all’Inps una loro eventuale rioccupazione, al fine di sospenderne l’erogazione.

Rioccupazione da dipendente
Con riferimento ad una nuova occupazione con contratto di lavoro dipendente (o subordinato), la stessa legge di riforma ha stabilito che la sospensione e successiva ripresa nell’erogazione delle indennità avvenga d’ufficio da parte dell’Inps sulla base delle comunicazioni obbligatorie (le cosiddette «Co») cui sono tenuti i datori di lavoro; in questo modo ha cancellato l’obbligo a carico dei lavoratori di utilizzare e inviare il modello DS56-bis.

Rioccupazione da autonomo o parasubordinato
L’obbligo sui lavoratori, invece, è rimasto in riferimento all’eventuale nuova occupazione con contratto di lavoro parasubordinato o in attività autonome. Infatti, in queste ipotesi è previsto l’obbligo per i beneficiari di ASpI e Mini ASpI d’informare l’Inps del reddito annuo previsto per l’attività intrapresa entro un mese dall’inizio dell’attività, oltre che del reddito effettivamente percepito nell’anno di fruizione dell’indennità a seguito della successiva denuncia fiscale dei redditi. A tale fine l’Inps ha pubblicato i modelli ASpI-COM (Mod. SR137) e Mini ASpI-COM (Mod. SR138) mediante i quali, in sostituzione del vecchio modello DS56-bis, è richiesto ai lavoratori beneficiari di ASpI e Mini ASpI di comunicare tutti gli eventi che nel corso della fruizione della prestazione hanno effetto sul diritto, la misura e la durata delle predette indennità.

Comunicazioni solo online
L’Inps ha rilasciato la nuova procedura telematica che, oltre a consentire di comunicare telematicamente gli eventi riportati sui predetti modelli (SR137 e SR138), permette al beneficiario di comunicare:

  • le variazioni di domicilio/residenza, di telefono, di email e delle modalità di pagamento riportate sulle domande di disoccupazione in ambito ASpI precedentemente inviate;
  • le informazioni attinenti al reddito percepito da lavoro autonomo o parasubordinato.

La presentazione delle nuove comunicazioni andrà fatta esclusivamente in via telematica
Al fine di consentire l’adeguamento alle nuove modalità operative di lavoratori e intermediari, l’Inps ha previsto un periodo transitorio di due mesi (terminerà il 18 agosto 2014) durante il quale resta ammessa la presentazione dei modelli ASpI-Com e Mini ASpI-COM con le consuete modalità. Poi i tre canali telematici diventeranno esclusivi ai fini della comunicazione degli eventi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *