Fisco

Cinque per mille 2014, online gli elenchi degli iscritti

Cinque per mille 2014, online gli elenchi degli iscritti
Sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate sono disponibili da ieri le liste provvisorie degli enti aspiranti alla ripartizione del 5 per mille 2014

Sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate sono disponibili le liste provvisorie degli enti aspiranti alla ripartizione del 5 per mille 2014. Rispetto allo scorso anno aumentano del 7,6% gli aspiranti beneficiari. E’ quanto si legge nel comunicato stampa del 14 maggio 2014.

In particolare, il cinque per mille prende quota con più 7,6% di iscrizioni rispetto al 2013. Confermato anche quest’anno il trend in salita delle richieste, che per il 2014 toccano vetta 49.071, con 3.468 potenziali beneficiari in più rispetto alle 45.603 domande di iscrizione presentate nel 2013. Le liste provvisorie dei soggetti aspiranti alla ripartizione dei fondi sono da oggi consultabili sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate, www.agenziaentrate.it, all’interno della sezione “Documentazione – 5 per mille – 5 per mille 2014”.

Il Volontariato si conferma sul podio
Passano gli anni, ma il risultato non cambia. Questo, in sintesi, il quadro provvisorio dei risultati del 5 per mille 2014: gli enti del volontariato iscritti, cioè onlus, associazioni di promozione sociale e associazioni e fondazioni riconosciute in possesso di determinati requisiti, si confermano una volta ancora al vertice del cinque per mille. Sono 40.474, infatti, gli enti e le associazioni che risultano negli elenchi 2014. Subito dietro il Volontariato si posizionano le Associazioni sportive dilettantistiche riconosciute dal Coni ai fini sportivi, 8.052, seguiti dagli enti della ricerca scientifica e dell’Università, 441, e da quelli della salute, 104.

Le categorie in lizza per il contributo
Gli elenchi di richiedenti per il 2014, fin d’ora disponibili online, comprendono quattro categorie in cui rientrano gli enti del volontariato, della ricerca scientifica e dell’Università, di quella sanitaria e le associazioni sportive dilettantistiche. A tutti questi soggetti, si aggiungono i Comuni italiani. Infatti, i cittadini possono esprimere la scelta di destinare il 5 per mille a sostegno delle attività sociali svolte dal proprio Comune di residenza. I contribuenti, inoltre, possono assegnare il proprio 5 per mille al finanziamento delle attività di tutela, promozione e valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici.

La tabella di marcia del cinque per mille 2014
In dettaglio, ecco il calendario delle prossime date utili alle centinaia di migliaia di associazioni ed enti del volontariato che aspirano al contributo del cinque per mille.

Le prossime tappe

20 maggio termine per la presentazione delle istanze all’Agenzia delle Entrate per la correzione di errori di iscrizione negli elenchi degli enti del volontariato e delle associazioni sportive dilettantistiche
30 giugno termine per l’invio delle dichiarazioni sostitutive all’Agenzia delle Entrate da parte degli enti del volontariato e all’Ufficio del Coni territorialmente competente da parte delle associazioni sportive dilettantistiche
30 settembre termine per la regolarizzazione della domanda di iscrizione e/o delle successive integrazioni documentali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *