Lavoro

CIGS per cessazione di attività a 24 mesi

CIGS per cessazione di attività a 24 mesi
Per consentire alle aziende di adottare le idonee misure di tutela dei lavoratori sospesi, il Ministero del Lavoro comunica che procederà all’istruttoria delle sole istanze relative alle proroghe del trattamento di CIGS che abbiano avuto inizio entro e non oltre il 31 dicembre 2014 per cessazione di attività

Saranno completate nell’anno 2015, le proroghe a 24 mesi dei programmi di crisi per cessazione di attività, alla luce di quanto contenuto nell’art. 1, comma 110, della legge n. 190 del 23 dicembre 2014. Lo comunica il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali con circolare n. 1 del 22 gennaio 2015 precisando che le istanze saranno accolte solo per le proroghe del trattamento di CIGS che abbiano avuto inizio entro e non oltre il

In effetti, l’art. 1, comma 110, della legge n. 190/2014, ha disposto che, al fine di consentire il completamento nel corso dell’anno 2015 dei piani di gestione degli esuberi di personale relativi all’anno 2014, il finanziamento di cui all’art. 1, comma 183, della legge 27 dicembre 2013 n. 147, è esteso all’anno 2015 nel limite di 60 milioni di euro.

Il Ministero precisa inoltre che si procederà nell’esame istruttorio in ordine cronologico di presentazione delle istanze e fino a concorrenza delle risorse finanziarie previste in complessivi 60 milioni di euro, e che le eventuali istanze riferite a programmi di proroghe di crisi aziendale per cessazione di attività, decorrenti dal 1° gennaio 2015, non potranno essere prese in esame.

Ministero del Lavoro – Circolare N. 1/2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *