Lavoro

CIGS e mobilità in deroga per il 2014: proroga per i “già beneficiari”

CIGS e mobilità in deroga per il 2014: proroga per i “già beneficiari”
Prorogata la CIGS in deroga per il 2014 in favore dei lavoratori dipendenti dalle aziende già beneficiarie del trattamento e la mobilità in deroga per il 2014 per i lavoratori che hanno beneficiato del trattamento CIGS

Con decreto del 23 gennaio 2015, n. 87342 il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze ha disposto la proroga all’accesso al trattamento straordinario di integrazione salariale per il 2014 in favore dei lavoratori dipendenti dalle aziende già beneficiarie del trattamento ai sensi dell’articolo 4, comma 21 e dell’art. 9, comma 25, punto b) del decreto legge n. 510/1996 nel limite di spesa di 390.081,53, nonchè all’accesso al trattamento di mobilità per l’anno 2014 all’art. 2, in favore dei lavoratori già beneficiari del predetto trattamento ai sensi dell’art. 1, comma 1, del decreto legge 13 novembre 1997, n. 393 nel limite di spesa di 367.726,21.

Con riferimento a tale ultima proroga l’INPS ha chiarito che destinatari sono i lavoratori che, prima del licenziamento, hanno beneficiato del trattamento straordinario di integrazione salariale di cui all’art. 4, comma 21, della legge 26 novembre 1996, n. 608.
I nominativi, individuati dal Ministero del Lavoro con specifici decreti, sono riportati nel messaggio n. 33820 dell’11 giugno 1999. La misura dell’indennità di mobilità, da corrispondere dal 1° gennaio 2014, dovrà subire una riduzione del quaranta per cento. Le Sedi, pertanto, nel liquidare il trattamento di mobilità, prorogato fino al 31 dicembre 2014, dovranno utilizzare il codice d’intervento 699.

Agli interessati spetta eventualmente l’assegno al nucleo familiare, secondo le vigenti disposizioni di legge, e l’accredito della contribuzione figurativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *