Italia

Cig in deroga, stanziati 400 milioni alle Regioni

Cig in deroga, stanziati 400 milioni alle Regioni
Enrico Giovannini e Fabrizio Saccomanni hanno firmato il decreto che effettua un primo riparto tra le Regioni di risorse per finanziare la Cig e la Mobilità

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Enrico Giovannini e il Ministro dell’Economia e delle Finanze, Fabrizio Saccomanni, hanno firmato il decreto che effettua un primo riparto tra le Regioni di risorse finanziarie per la concessione o per la proroga, in deroga alla vigente normativa, dei trattamenti di cassa integrazione guadagni, ordinaria e/o straordinaria, e di mobilità, ai lavoratori subordinati.

Per il 2014 è previsto uno stanziamento complessivo di 1,7 miliardi (1,1 miliardi già rifinanziati dalla legge Fornero e ulteriori 600 milioni contenuti nella legge di Stabilità). I 400 milioni stanziati potrebbero dare un po’ di sollievo alle richieste di sussidi in deroga 2013 in stand by in 11 regioni per esaurimento dei soldi. Nel 2013 sono stati spesi per cig e mobilità in deroga 2,5 miliardi.

La ripartizione delle risorse. Le risorse distribuite, pari a 400 milioni, spiega una nota del Ministero del Lavoro, sono ripartite come segue:

  • Regione Abruzzo – Euro 12.273.006;
  • Regione Basilicata – Euro 4.156.002;
  • Regione Calabria – Euro 17.763.567;
  • Regione Campania – Euro 24.916.810;
  • Regione Emilia Romagna – Euro 30.866.178;
  • Regione Friuli Venezia Giulia – Euro 5.960.439;
  • Regione Lazio – Euro 33.913.848;
  • Regione Liguria – Euro 8.673.904;
  • Regione Lombardia – Euro 70.736.442;
  • Regione Marche – Euro 11.763.279;
  • Regione Molise – Euro 2.751.578;
  • Regione Piemonte – Euro 29.982.150;
  • Regione Puglia – Euro 34.712.651;
  • Regione Sardegna – Euro 17.313.075;
  • Regione Siciliana – Euro 19.707.710;
  • Regione Toscana – Euro 26.582.188;
  • Regione Umbria – Euro 7.361.760;
  • Regione Valle d’Aosta – Euro 603.415;
  • Regione Veneto – Euro 35.637.246;
  • Provincia Autonoma di Bolzano – Euro 1.966.771;
  • Provincia Autonoma di Trento – Euro 2.357.982.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *