Diritto

Chiede una promozione e viene licenziato: scatta la reintegra

È illegittimo il licenziamento allorquando sia accertata l’insussistenza della ragione organizzativa posta a fondamento del licenziamento per giustificato motivo oggettivo (soppressione del posto di lavoro) e sia, invece, emerso, sulla base di ulteriori elementi di giudizio, un «quid pluris» ovvero l'intento ritorsivo, sotteso alla decisione datoriale di espulsione del lavoratore

EFFETTUA L'ACCESSO

Abbonandoti al quotidiano potrai:

Accedere a tutte le rubriche

Scaricare gli articoli

Consultare la banca dati

Richiedere consulenze

Ricevere notifiche push

Ricevere la newsletter

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di sicurezza *Captcha loading...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close