Diritto

Cassazione: l’avvocato non può far pagare alla cliente, ammessa al patrocinio a spese dello Stato, l’attività finalizzata al giudizio

L'avvocato non può far pagare alla cliente, ammessa al patrocinio a spese dello Stato, l'attività finalizzata al giudizio
L’avvocato non può far pagare alla cliente, ammessa al patrocinio a spese dello Stato, l’attività finalizzata al giudizio

L’avvocato non può far pagare alla cliente, ammessa al patrocinio a spese dello Stato, l’attività finalizzata al giudizio. La richiesta di un compenso è giustificata solo quando il lavoro stragiudiziale non è propedeutico al procedimento da instaurare davanti al giudice.

Il mancato rispetto della regola è costata alla ricorrente una sospensione di due mesi e mezzo dall’esercizio della professione. Il Consiglio nazionale forense, con una decisione avallata dalla Cassazione, (sentenza n. 9529/2013) ha contestato all’avvocato la violazione degli articoli 3 e 6 del codice deontologico e dell’articolo 85 del testo unico sulle spese di giustizia (Dpr 115/202).

Lo stesso Cnf ha ricostruito la portata dell’istituto specificando che «l’attività professionale di natura stragiudiziale che l’avvocato si trova a svolgere nell’interesse del proprio assistito non è ammessa al patrocinio, in quanto esplicantesi fuori dal processo, con la conseguenza che il relativo compenso si pone a carico del cliente». Diverso è invece il caso in cui l’attività va ricompresa nella stessa azione giudiziaria.
Secondo la Cassazione non c’è dubbio che la voce “ricerca documenti”, messa in conto all’assistito, fosse finalizzata alla causa. Inutile la lamentela della professionista sull’eccessiva severità della pena, in considerazione di un’assenza di precedenti e a fronte di un lungo impegno nell’assistenza ai non abbienti.
Sul punto la Cassazione ricorda che la determinazione della sanzione spetta al Cnf, senza possibilità per i giudici di interferire.

Corte di Cassazione – Sentenza N. 9529/2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *