Italia

Canone Rai: a Ferrara lo pagano quasi tutti, a Catania meno della metà

Canone Rai: a Ferrara lo pagano quasi tutti, a Catania meno della metà
Una famiglia su quattro non paga il canone Rai: il tasso più alto si registra a Catania in cui solo il 48% delle famiglie paga, in linea con Crotone e Napoli

No all’aumento del canone. Molto meglio stanare gli evasori: «Il canone Rai è evaso da 1/4 degli utenti e bisogna condurre una forte battaglia, altrimenti aumentando il canone compensiamo le carenze nel bilancio con un aumento a chi già paga e non andando a scovare quelli che non pagano». La posizione del Ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato mette ancora una volta il dito nella piaga. Perché puntualmente, nel gennaio di ogni anno, quando scadono i termini per il pagamento del canone Rai e si riaccende il dibattito sul tema, l’unica grande certezza è l’entità dell’evasione, quantificabile nel 25%: una famiglia su quattro dunque non paga.

«Io adesso, anche in accordo con la Rai, darò una mano perchè si recuperi almeno una parte dei 450 milioni di euro evasi nel canone Rai», ha sottolineato.

Percorso per nulla complicato, perché i dati sono noti, comune per comune.
Dove sono dunque gli evasori?
Il tasso provinciale più alto è a Catania, provincia in cui solo il 48% delle famiglie paga, percentuale in linea con quella di Crotone e Napoli.
Tra le regioni il tasso di evasione più alto è in Campania, con appena il 56,8% di abbonati ma con numerosi comuni nel casertano (che gli ispettori Rai si rifiutano di visitare) come Casal di Principe o Parete, dove in regola è appena il 9% delle famiglie, che in effetti dovrebbero forse ricevere un premio ad hoc. Perché un conto è essere all’estremo opposto della classifica, cioè a Ferrara, dove in regola è il 93,5% dei cittadini e ad essere un paria è chi non paga.

Altro discorso è invece svolgere il proprio dovere quando evadere è la prassi e dunque – indirettamente – chi paga viene considerato un fesso.
In questa classifica dei più “allocchi” il primo premio in assoluto è per Collobiano, provincia di Vercelli, dove da anni non si trova neppure un evasore, nemmeno cercandolo con il lanternino. Tra le risaie e le rogge del vercellese paga il 100% dei cittadini, che quando chiedi perché ti guardano un po’ stupiti prima di risponderti: perché si deve.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *