Lavoro

Bando Isi 2013, online l’elenco delle domande ammesse al finanziamento

L'Inail ha pubblicato sul proprio sito internet gli elenchi, per regioni e per province autonome, delle domande presentate lo scorso 29 maggio secondo l'ordine cronologico di ricevimento con evidenza (una «S») di quelle collocatesi in posizione utile per il finanziamento
L’Inail ha pubblicato sul proprio sito internet gli elenchi, per regioni e per province autonome, delle domande presentate lo scorso 29 maggio secondo l’ordine cronologico di ricevimento con evidenza (una «S») di quelle collocatesi in posizione utile per il finanziamento

Online le imprese ammesse ai finanziamenti per la sicurezza (Isi 2013). Il 4 giugno 2014, infatti, l’Inail ha pubblicato sul proprio sito internet gli elenchi, per regioni e per province autonome, delle domande presentate lo scorso 29 maggio secondo l’ordine cronologico di ricevimento con evidenza (una «S») di quelle collocatesi in posizione utile per il finanziamento.

Passo successivo, ora, è la trasmissione all’Inail della documentazione richiesta dall’avviso pubblico. Trasmissione che a pena di esclusione andrà fatta entro il 4 luglio, tramite posta elettronica certificata (pec). Il via libera al bando Isi 2013 è scattato il 21 gennaio 2014, data a partire dalla quale è stato possibile il pre caricamento dei progetti di finanziamento fino alle ore 18 dell’8 aprile. Un pre caricamento finalizzato a verificare la corrispondenza dei progetti ai requisiti previsti dal bando. A partire dal 10 aprile le imprese che hanno raggiunto o superato la soglia minima di ammissibilità (pari a 120 punti) hanno potuto effettuare il download del proprio «codice identificativo». L’ultimo passo, infine, è stato fatto con l’invio di questo «codice identificativo», che serve a individuare le singole domanda di finanziamento. Il click day si è svolto lo scorso 29 maggio, dalle ore 16 alle 16,30 e ha visto la partecipazione di oltre 23mila domande.

Ieri l’Inail ha reso noto l’esito del bando, pubblicando gli elenchi per singole regioni/province autonome in base all’ordine cronologico di ricevimento delle domande.

Due gli elenchi:

  • uno riguarda i progetti d’investimento o adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale;
  • l’altro i progetti di adeguamento alle norme o sostituzione di attrezzature antecedenti al 1996. Le domande risultate in posizione utile al finanziamento sono contrassegnate dalla lettera «S».

Prossima tappa è la presentazione della documentazione all’Inail. Le imprese vincitrici, infatti, a pena di esclusione, entro il 4 luglio devono trasmettere via Pec alla sede Inail competente la documentazione inerente alla domanda.

Bando Isi 2013 – Elenchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *