Italia

Aumento Iva al 22%: ecco gli effetti sul prezzo della benzina

Nel giorno d’esordio della “nuova” aliquota Iva al 22%, i prezzi della benzina sono prevedibilmente schizzati verso l’alto, con tutte le principali compagnie che hanno ritoccato i prezzi finali con aumenti più o meno lievi.

Stando alle rilevazioni effettuate da Staffetta Quotidiana, infatti, le medie ponderate nazionali dei prezzi tra le diverse compagnie in modalità “servito” parlano di una benzina verde a 1,818 euro al litro (con aumento di 1,3 centesimi di euro) e il diesel a quota 1,752 euro al litro (in rialzo di 1,1 centesimi). In salita anche i prezzi del Gpl, a quota 0,811 euro al litro (+ 0,7 centesimi) e il metano a quota 0,995 euro al kg (+ 0,8 centesimi).

Sempre secondo le rilevazioni effettuate da Quotidiano Energia, la verde ha toccato in alcune aree d’Italia quota 1,852 euro al litro, mentre il diesel e il Gpl sarebbero cresciute rispettivamente a 1,761 euro e 0,848 a litro.

Tra gli incrementi meno rilevati c’è sicuramente quello di Eni, che ha registrato un rialzo di un centesimo di euro sulla verde e di 0,6 centesimi di euro sul diesel. Le altre compagnie si sono invece mosse con aumenti compresi tra 1,4 e 1,6 centesimi di euro al litro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *