Lavoro

Attestazioni fiscali per il pagamento degli oneri da Riscatto, Ricongiunzione e Rendita

Attestazioni fiscali per il pagamento degli oneri da Riscatto, Ricongiunzione e Rendita
Sono in fase di invio agli interessati le attestazioni relative agli oneri versati per riscatti, ricongiunzioni e rendite vitalizie (anno 2014). In caso di discordanza tra l’attestazione e quanto versato, l’INPS, su segnalazione dell’interessato, provvederà alla correzione e riemissione dell’attestato

Con il messaggio n. 95 del 7 gennaio 2015, l’INPS informa che è in fase di elaborazione l’invio delle attestazioni ai fini fiscali relative ai versamenti contributivi effettuati dai cittadini per riscatti, ricongiunzioni e rendite vitalizie, con l’esclusione delle gestioni ex Inpdap, nel corso dell’anno 2014.

Dette attestazioni riguarderanno i versamenti effettuati attraverso tutte le modalità di pagamento previste; sarà riportata l’indicazione dell’onere versato nel corso del 2014 e dell’importo utile alle detrazioni o deduzioni fiscali.

A tal proposito l’INPS invita, entro le ore 12 di venerdì 23 gennaio 2015 p.v.:

  • le Sedi a provvedere alla sistemazione dei pagamenti non ancora ripartiti e alla eventuale chiusura delle pratiche su NPIGPA mediante la corretta attribuzione dei codici esito per avvenuto pagamento (Z) o rinuncia (Y). Trascorso il termine indicato sarà attivato a livello centrale il programma che effettuerà l’estrazione delle pratiche con pagamenti in corso o completati;
  • il polo prestazioni PALS a provvedere alla sistemazione dei pagamenti relativi alle pratiche di riscatto, ricongiunzione e versamenti volontari nelle gestioni ex Enpals attraverso la relativa procedura di riferimento. Trascorso il termine indicato sarà attivato a livello centrale il programma che effettuerà l’estrazione delle pratiche con pagamenti in corso o completati.

Nel caso di eventuali discordanze tra gli importi attestati e quelli effettivamente versati, gli interessati potranno rappresentare le discordanze alla sede Inps di competenza che, effettuati i relativi controlli ed esaminata la documentazione esibita, laddove dovesse riscontrare la fondatezza della segnalazione, emetterà una nuova attestazione fiscale.

In questo caso l’operatore di sede dovrà:

  • confrontare la documentazione prodotta dall’assicurato rispetto a quanto visualizzato nel partitario della Gestione del Pagato sul Portale GCI;
  • procedere al rilascio di una nuova attestazione fiscale utilizzando le funzionalità di Monitor 730 predisposte a tale scopo e raggiungibili sulla Intranet attraverso il percorso Processi -> Assicurato/Pensionato -> Gestione Evidenze Prima Emissione Bollettini.

In modo analogo l’operatore del polo prestazioni PALS dovrà:

  • visualizzare gli importi attestati dall’INPS accedendo alle funzionalità Monitor 730 di consultazione che saranno messe a disposizione e raggiungibili attraverso il precorso Processi -> Assicurato/Pensionato -> Gestione Evidenze Prima Emissione Bollettini. Al primo accesso l’operatore dovrà richiedere l’abilitazione alla consultazione dei contributi Enpals da riscatto/ricongiunzione;
  • confrontare la documentazione prodotta dall’assicurato rispetto a quanto risulta sul sistema gestionale di riferimento per i pagamenti di riscatto/ricongiunzione effettuati nelle gestioni ex Enpals;
  • procedere, nel caso ricorra la condizione, al rilascio di una nuova attestazione fiscale secondo le modalità vigenti per le gestioni ex Enpals.

L’Istituto rammenta inoltre che, come da messaggio n. 5426 del 28/3/2012, i bollettini MAV non sono più inviati e che gli interessati possono stamparli direttamente accedendo al Portale dei Pagamenti dal sito dell’Istituto seguendo il percorso: www.inps.it > Portale dei pagamenti> Riscatti, ricongiunzioni e rendite, oppure chiamando il Contact center.

INPS – Messaggio N. 95/2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *