Lavoro

Adempimenti amministrativi: in regola se effettuati entro il giorno lavorativo successivo al sabato

Adempimenti amministrativi: in regola se effettuati entro il giorno lavorativo successivo al sabato
Qualora la scadenza del termine di trenta giorni previsto per gli adempimenti di cui ai commi 3 e 4 dell’art. 12 T.U. approvato con D.P.R. n. 1124/1965, scada il sabato, l’adempimento è considerato tempestivo se effettuato il primo giorno lavorativo successivo

Qualora la scadenza del termine di trenta giorni previsto per gli adempimenti di cui ai commi 3 e 4 dell’art. 12 T.U. approvato con D.P.R. n. 1124/1965, scada il sabato, l’adempimento è considerato tempestivo se effettuato il primo giorno lavorativo successivo. E’ quanto chiarisce l’INAIL con nota n. 1150 del 2 marzo 2015.

In particolare, i datori di lavoro devono denunciare all’INAIL entro trenta giorni dal verificarsi dell’evento le seguenti variazioni:

  • eventuali modificazioni di estensione e di natura del rischio già coperto dall’assicurazione;
  • la cessazione della lavorazione;
  • variazioni riguardanti l’individuazione del titolare dell’azienda, il domicilio e la residenza di esso, nonché la sede dell’azienda.

Generalmente per gli adempimenti che presuppongono un termine di scadenza, in applicazione del principio posto dall’art. 1187 del codice civile, ove detto termine scada in un giorno festivo nulla osta a che la scadenza venga prorogata al primo giorno feriale successivo. Tale proroga non è così scontata per gli adempimenti amministrativi, per cui manca una norma di carattere generale sul computo dei termini.
L’INAIL ritiene dunque che possano essere applicate, in via analogica, le disposizioni dettate dal legislatore in ambito processuale, sia civile che amministrativo che, in caso di adempimenti che scadono nella giornata di sabato, prevedono la proroga al primo giorno lavorativo successivo.

A rafforzare tale pensiero, interviene anche l’entrata in vigore del Codice dell’Amministrazione Digitale (CAD), che ha reso obbligatorio l’utilizzo del mezzo telematico per gli adempimenti amministrativi, presentazione di istanze, dichiarazioni dati etc., tra i quali rientrano le denunce di cui in oggetto. In esso è espressamente stabilito che, per i versamenti e gli adempimenti, pur se solo telematici, verso l’Amministrazione economico-finanziaria scadenti nella giornata di sabato o in un giorno festivo, siano rinviati al primo giorno lavorativo successivo.

Nella nota si invitano dunque le Sedi a prestare attenzione alla data di presentazione delle denunce e provvedere all’annullamento della sanzione automaticamente elaborata dalla procedura GRAWeb qualora detto termine cada di sabato o in giorno festivo e l’adempimento sia posto in essere il primo giorno lavorativo successivo, al fine di evitare richieste di sanzioni amministrative non dovute sulla base delle presenti disposizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *