Lavoro

Accordo sindacale CIG in deroga: possibile dopo la riduzione dell’orario di lavoro

Accordo sindacale CIG in deroga: possibile dopo l’inizio delle riduzioni dell’orario di lavoro
In assenza di accordo sindacale, l’azienda può comunque procedere alle riduzioni o sospensioni dell’orario di lavoro per la CIG in deroga, purchè il recepimento dell’accordo sindacale in sede ministeriale sia effettuato in tempo utile per consentire all’azienda di presentare l’istanza entro venti giorni dall’inizio delle sospensioni

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con circolare n. 30 dell’11 dicembre 2014, rende noto che ai fini dell’intervento della CIG in deroga nell’anno 2015, nelle ipotesi eccezionali in cui non si riesca a stipulare l’accordo in sede istituzionale prima dell’inizio delle riduzioni dell’orario di lavoro o delle sospensioni, l’azienda può comunque procedere alle suddette riduzioni o sospensioni, purché sia stata presentata la richiesta di convocazione al Ministero del Lavoro e sia intervenuto l’accordo in sede sindacale, da recepirsi successivamente in sede ministeriale, previa verifica della disponibilità delle risorse finanziarie. L’accordo in sede ministeriale, inoltre, deve riportare i motivi eccezionali che ne giustificano la stipula successiva alle riduzioni dell’orario di lavoro o alle sospensioni.

Come è noto, infatti, la consultazione sindacale costituisce presupposto delle riduzioni dell’orario di lavoro o sospensioni dei lavoratori. In particolare per la CIG in deroga, l’accordo è specifico requisito richiesto dalla normativa di riferimento.
L’autorizzazione all’intervento degli ammortizzatori sociali in deroga per gli anni 2013-2016 con il relativo finanziamento è disposta dall’articolo 2, commi 64 e 65, della legge n. 92/2012.

Resta fermo che il recepimento dell’accordo sindacale in sede ministeriale dovrà comunque essere effettuato in tempo utile a consentire all’azienda il rispetto dei termini di presentazione dell’istanza entro venti giorni dall’inizio delle sospensioni, ai sensi dell’articolo 2, comma 7, del decreto interministeriale n. 83473 del 1° agosto 2014.

Ministero del Lavoro – Circolare N. 30/2014

Potrebbe anche interessarti:

Ammortizzatori sociali in deroga: stanziati 503 milioni di euro
Cassa integrazione in deroga: chi ne ha diritto nel 2014?
Cig e mobilità in deroga con 12 mesi di anzianità
Cig in deroga, la copertura per il 2014 sale a 1,72 miliardi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *