Fisco

730, si alle polizze che salvano il professionista dalla responsabilità civile

730, si alle polizze che salvano il professionista dalla responsabilità civile
La somma che i soggetti che prestano assistenza fiscale sarebbero tenuti a pagare in caso di errori ha natura risarcitoria e non di sanzione amministrativa

L’IVASS (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni), a seguito di una segnalazione sulle difficoltà che i Caf e i professionisti riscontrerebbero nel trovare sul mercato le dovute coperture assicurative per il rilascio del visto di conformità sui modelli 730 precompilati (Decreto semplificazioni fiscali), accoglie le motivazioni dell’Agenzia delle Entrate e, così, sbloccando l’impasse che si sarebbe venuto a creare, ribadisce che la somma che i soggetti che prestano assistenza fiscale sarebbero tenuti a pagare in caso di errori ha natura risarcitoria e non di sanzione amministrativa.

Finora, infatti, le compagnie di assicurazioni hanno dimostrato difficoltà a stipulare polizze per assicurare la responsabilità civile per i danni derivanti dal rilascio del visto di conformità proprio per l’ampliamento degli importi di cui sarebbero tenuti a rispondere Caf e professionisti.

Viceversa, con il chiarimento dell’Amministrazione finanziaria, fatto proprio dall’Ivass, si assicura ora che la copertura dei visti di conformità non contrasta più con le regole del Codice sulle assicurazioni private (Cap) e del regolamento dell’istituto di vigilanza che vietano le assicurazioni sul pagamento di sanzioni amministrative. Manca ora solo un accordo per definire le modalità di copertura di tale rischio.

Potrebbe anche interessarti: Responsabilità civile sui 730 precompilati: questione rimessa all’IVASS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *