Fisco

730 precompilato: le istruzioni per comunicare i dati all’Anagrafe tributaria

730 precompilato: le istruzioni per comunicare i dati
Sono pronte le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate per la comunicazione all’Anagrafe tributaria – entro il 28 febbraio 2015 – dei dati su premi assicurativi, contributi, interessi passivi sui mutui agrari e fondiari, che i contribuenti troveranno nel 730 precompilato 2015

Con tre provvedimenti distinti del 16 dicembre 2014 (n. 160358/2014, n. 160365/2014 e n. 160381/2014), l’Agenzia delle Entrate ha approvato le istruzioni – destinate a società di assicurazione, enti previdenziali, banche e intermediari finanziari – per la comunicazione all’Anagrafe tributaria dei dati su premi assicurativi, contributi, interessi passivi sui mutui agrari e fondiari, utili ai fini del 730 precompilato 2015.
I dati devono essere inviati entro il 28 febbraio 2015.

I soggetti interessati – società di assicurazione, enti previdenziali, banche e intermediari finanziari – devono comunicare all’Anagrafe tributaria, entro il 28 febbraio di ciascun anno, i dati dell’anno precedente relativi a:

  • premi di assicurazione detraibili (quelli sulla vita, causa morte e contro gli infortuni e contratti di assicurazione “agevolati”, ad eccezione di quelli su responsabilità civile, assistenza e garanzie accessorie);
  • contributi previdenziali e assistenziali;
  • interessi passivi e oneri accessori su mutui agrari e fondiari.

Le informazioni devono essere trasmesse in via telematica:

  • attraverso Entratel o Fisconline, per gli enti previdenziali, le banche e gli intermediari finanziari;
  • tramite SID, il sistema di interscambio dati del Fisco, per le assicurazioni.

La sicurezza è garantita dal sistema di sicurezza dell’Anagrafe tributaria, attraverso il controllo degli accessi al sistema, la crittografia e la cifratura degli archivi.
Per l’invio dei dati occorre utilizzare i software di controllo e di predisposizione dei file messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate.

Gli invii possono essere ordinari, sostitutivi o di annullamento.
Invio ordinario – è la comunicazione con cui si inviano i dati richiesti. È possibile inviare più comunicazioni ordinarie per lo stesso periodo di riferimento. I dati inviati in ogni comunicazione ordinaria successiva alla prima sono considerati in aggiunta a quelli precedentemente comunicati.
Invio sostitutivo – è la comunicazione con la quale si opera la completa sostituzione di una comunicazione ordinaria o sostitutiva precedentemente inviata e acquisita con esito positivo dal sistema telematico.
Annullamento – è la comunicazione con cui si richiede l’annullamento di una comunicazione ordinaria o sostitutiva precedentemente trasmessa e acquisita con esito positivo dal sistema telematico. L’annullamento di una comunicazione sostitutiva determina la cancellazione di tutti i dati contenuti nella sostitutiva, senza ripristinare quelli della comunicazione sostituita.

In caso di trasmissione:

  • a buon fine: l’Agenzia rilascia una ricevuta con data e ora di ricezione del documento, protocollo, identificativo del file attribuito all’utente e numero delle comunicazioni in esso contenute;
  • non a buon fine (ad esempio, in caso di errori): l’Agenzia invia una ricevuta di scarto con l’identificativo del file scartato e il motivo per cui non è stato accettato.

Nel caso di scarto dell’intero file o dei dati relativi a codici fiscali non validi, occorre inviare di nuovo il documento integrale, o i dati sui codici fiscali segnalati, entro fine febbraio oppure, se più favorevole, entro 5 giorni dalla segnalazione dell’errore.
Nelle altre ipotesi di scarto, invece, il termine unico per correggere i dati è entro 5 giorni successivi al 28 febbraio, quindi, per il 2015, entro il 5 marzo.

Prot. N. 160358/2014 Prot. N. 160365/2014 Prot. N. 160381/2014

Potrebbe anche interessarti:

Il nuovo 730 precompilato: tempistiche e scadenze
Guida al 730/2015 precompilato: come integrare la dichiarazione in caso di dati errati o mancanti
730 precompilato: vantaggi e criticità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *