Italia

60 casi di tumori alla Fiat, la procura di Torino indaga

Sessanta casi di tumore sono al vaglio della procura di Torino riscontrati tra lavoratori di stabilimenti Fiat ed ex Fiat.

La Procura di Torino ha aperto un fascicolo per malattie di sospetta origine professionale nelle fabbriche di Mirafiori, Avigliana (nel Torinese) e Savigliano (in provincia di Cuneo).

I pubblici ministeri, che lavorano anche grazie all’appoggio delle varie Asl del capoluogo piemontese, procedono cercando di ricostruire la storia sanatoria di decine di persone che hanno lavorato in Fiat e in società collegate a partire dagli anni cinquanta in poi.

Un’indagine dello stesso tipo era già stata fatta su casi analoghi proprio a Savigliano, nell’ambito di un processo a Saluzzo conclusosi con delle assoluzioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *