Home / Fisco / 730 e detrazione 50-55%: valgono anche per coniuge o figlio a carico

730 e detrazione 50-55%: valgono anche per coniuge o figlio a carico

Le detrazioni del 50% e 55% su ristrutturazioni e risparmio energetico valgono nel modello 730 anche per il coniuge o il figlio a carico
Le detrazioni del 50% e 55% su ristrutturazioni e risparmio energetico valgono nel modello 730 anche per il coniuge o il figlio a carico

Le detrazioni del 50% e 55% su ristrutturazioni e risparmio energetico valgono nel modello 730 anche per il coniuge o il figlio a carico. L’Agenzia delle Entrate permette infatti che, nel caso di comproprietà (fra coniugi uno a carico dell’altro o fra padre/madre e figlio a carico), sia possibile ripartire in quote identiche o diverse l’importo detraibile per ogni singolo contribuente (circolari 121/E/1998 e 15/E/2005). Il meccanismo è molto simile a quello per le spese mediche del coniuge/figlio a carico e vale per i componenti famigliari per i quali non viene compilato il modello 730.

Per le spese sottoposte alla detraibilità vale la divisione risultante dalle fatture. Di conseguenza, quando le spese sono state sostenute solamente dal marito – con le fatture intestate a lui e i bonifici a suo carico – è il marito stesso a ricevere la detrazione anche nel caso in cui sia proprietario di solo una parte dell’edificio. Inoltre, la risoluzione 184/E del 12 giugno 2002 prevede che per due coniugi conviventi, con la moglie a carico del marito, vi sia la possibilità per il marito di utilizzare la detrazione come coniuge convivente, cosa che va indicata nel bonifico. Ricordiamo che il termine ultimo per la compilazione del 730 è il 31 maggio 2013.

Per approfondimenti clicca quì.

  • Questo contenuto ti è stato d'aiuto?
  •    No

Potrebbe anche interessarti:

Banca dati per i bambini "parcheggiati", ascolto del minore e formazione dei mediatori familiari. Sono alcuni dei punti sui quali l'Organismo unitario dell'avvocatura intende coinvolgere la prossima legislatura, chiedendo un'audizione in commissione Giustizia al Senato

Plusvalenza da cessione dell’impresa familiare: tassazione in capo all’imprenditore

La plusvalenza realizzata all’atto della cessione di un’impresa familiare è imputabile interamente in capo all’imprenditore, ...